PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Matteo 4,1-11

padre Paul Devreux

padre Paul Devreux è uno dei tuoi autori preferiti di commenti al Vangelo?
Entrando in Qumran nella nuova modalità di accesso, potrai ritrovare più velocemente i suoi commenti e quelli degli altri tuoi autori preferiti!

I Domenica di Quaresima (Anno A) (01/03/2020)

Vangelo: Mt 4,1-11 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Mt 4,1-11

In quel tempo, 1Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo. 2Dopo aver digiunato quaranta giorni e quaranta notti, alla fine ebbe fame. 3Il tentatore gli si avvicinò e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di’ che queste pietre diventino pane». 4Ma egli rispose: «Sta scritto:

Non di solo pane vivrà l’uomo,

ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio».

5Allora il diavolo lo portò nella città santa, lo pose sul punto più alto del tempio 6e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gèttati giù; sta scritto infatti:

Ai suoi angeli darà ordini a tuo riguardo

ed essi ti porteranno sulle loro mani

perché il tuo piede non inciampi in una pietra».

7Gesù gli rispose: «Sta scritto anche:

Non metterai alla prova il Signore Dio tuo».

8Di nuovo il diavolo lo portò sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo e la loro gloria 9e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò se, gettandoti ai miei piedi, mi adorerai». 10Allora Gesù gli rispose: «Vattene, Satana! Sta scritto infatti:

Il Signore, Dio tuo, adorerai:

a lui solo renderai culto».

11Allora il diavolo lo lasciò, ed ecco, degli angeli gli si avvicinarono e lo servivano.

Il Vangelo ci parla delle tentazioni che Gesù vive nel deserto per 40 giorni, che simbolizzano tutta la sua vita.
Dice che, solo dopo quaranta giorni, ebbe fame. E' chiaro che si tratta di un racconto simbolico. Ma di cosa ha fame Gesù? Penso di vedere realizzata la sua missione. Questa è una cosa molto buona; il problema è come, secondo quale logica. E' qui che arrivano le tentazioni.

C'è la tentazione di diventare un Messia che piaccia a tutti, capace di cambiare la dura realtà di pietra in pane morbido, capace di fare tutti i miracoli che gli chiediamo. Un Messia potente, da poter pregare per ottenere qualsiasi cosa ci serva.
E' vero che anche io vorrei tanto un Dio che faccia tutto quello che gli chiedo, e forse Gesù è tentato di farlo, ma non sono sicuro che cosi raggiungerei la felicità.
Per esempio adesso mi farebbe comodo se ci liberasse del Corona Virus.

Gesù resiste a queste tentazioni di gloria e di piacerci. Preferisce fare altre scelte che ritiene più costruttive e che propone anche a noi, come via di realizzazione, per fare di noi persone costruttive e sopratutto per rivelarci il vero volto di Dio: quello di un Padre.

La prima proposta è quella di ascoltare la sua Parola. La seconda è quella di fidarmi di Dio in quanto è Padre, che sa meglio di me cosa è bene per la mia vita, la terza è quella di mettermi al servizio del suo regno, senza puntare al potere, come ha fatto Lui.
L'esperienza mi ha insegnato che vivendo cosi, non solo ho la soddisfazione di fare del bene, ma sto bene. E' quello che mi permette di ringraziare il Signore per la mia giornata e di dire: "Sia fatta la tua volontà", non con senso di rassegnazione o di sottomissione, ma come preghiera di chi sa che si può fidare del Padre, anche se apparentemente le cose vanno male.

Le tentazioni sono una falsa promessa di felicità.
Signore aiutaci a smascherarle e a fare scelte intelligenti, seguendo Gesù, maestro e guida.

 

Ricerca avanzata  (45080 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: