Area Bibbia

Il vasaio (2)

Clicca per vedere l'immagine a grandezza intera  (2048 × 765 pixel, dimensione del file: 250 KB)

Alcune chiavi di lettura dell'immagine

Scesi nella bottega del vasaio, ed ecco, egli stava lavorando al tornio. Ora, se si guastava il vaso che stava modellando, come capita con la creta in mano al vasaio, egli riprovava di nuovo e ne faceva un altro, come ai suoi occhi pareva giusto. (Ger 18,3-4)

Ci sono stati molti vasai al tempo del Profeta, che dopo aver sentito queste parole erano pieni di gioia infinita ... guardando gli altri esseri umani, può essere facile trovare asperità, sporcizia e residui di creta con la quale sono realizzati. Dio ci invita sempre a vedere nella propria creta, e in quella degli altri esseri umani, il colore, la varietà, la forma, l’arte, la profondità di quella stessa terra; sempre, a immagine di Dio, ci sarà l'occasione non solo di creare ma per ricreare la nostra vita e quella di coloro che Dio ha affidato a noi come viene creato e ricreato un vaso dal vasaio. Così, mentre il tornio e la quotidianità vorranno deformarci, sempre ci saranno mani che ci daranno nuove, diverse e belle forme. Siamo creta per creare e ricreare. Dio non perde i suoi figli e Gesù non perde i suoi amici.

traduzione dal blog di Julián García

Temi: creazione, nuova creazione, cambiamento di vita, nuove creature

Autore: Julian Garcia Mejia   (contatta l'autore, home page)

Visualizza le 2 immagini relative a Ger 18,1-6