PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Le Letture bibliche dell'AT nella Liturgia della Veglia Pasquale

Archivio Parrocchia

Veglia Pasquale nella Notte Santa (Anno A) (30/03/2002)

Vangelo: Mt 28,1-10 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Mt 28,1-10

1Dopo il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare la tomba. 2Ed ecco, vi fu un gran terremoto. Un angelo del Signore, infatti, sceso dal cielo, si avvicinò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. 3Il suo aspetto era come folgore e il suo vestito bianco come neve. 4Per lo spavento che ebbero di lui, le guardie furono scosse e rimasero come morte. 5L’angelo disse alle donne: «Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. 6Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto; venite, guardate il luogo dove era stato deposto. 7Presto, andate a dire ai suoi discepoli: “È risorto dai morti, ed ecco, vi precede in Galilea; là lo vedrete”. Ecco, io ve l’ho detto».

8Abbandonato in fretta il sepolcro con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annuncio ai suoi discepoli. 9Ed ecco, Gesù venne loro incontro e disse: «Salute a voi!». Ed esse si avvicinarono, gli abbracciarono i piedi e lo adorarono. 10Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea: là mi vedranno».

LE LETTURE BIBLICHE DELL'ANTICO TESTAMENTO

NELLA LITURGIA DELLA VEGLIA PASQUALE

Le letture bibliche sono l'istruzione finale data dalla chiesa ai catecumeni che ricevono il battesimo, la cresima e l'eucaristia nella liturgia della veglia pasquale. Esse perciò ottengono una interpretazione battesimale, come è indicato dalle orazioni che le seguono.

La prima lettura presentando il racconto della creazione indica nel battesimo l'evento della nuova creazione; dice l'orazione: "Se fu grande all'inizio la creazione del mondo, ben più grande nella pienezza dei tempi fu l'opera della nostra redenzione". Il battesimo restaura nell'uomo peccatore l'immagine e la somiglianza di Dio che era stata deformata dalla disobbedienza.

La seconda lettura presentando il sacrificio di Isacco come il tipo dell'offerta sacrificale di Gesù e della sua risurrezione ed evocando le promesse fatte ad Abramo ottiene una interpretazione eucaristica e insieme battesimale. Dice la preghiera:

"Nel sacramento del battesimo adempi la promessa fatta ad Abramo di renderlo padre di tutte le nazioni".

La terza lettura presenta il racconto dell'esodo che già nel nuovo Testamento viene interpretato come prefigurazione del battesimo; la preghiera liturgica dice: "O Dio ciò che facesti con al tua mano potente per liberare un solo popolo dall'oppressione del faraone, ora lo compi attraverso l'acqua del battesimo per la salvezza di tutti i popoli" e la preghiera alternativa: "Il Mare Rosso è l'immagine del fonte battesimale, e il popolo liberato dalla schiavitù è un simbolo del popolo cristiano".

La quarta lettura presenta la nuova Gerusalemme ricostruita come la sposa di Dio; è il tema dell'alleanza rivelato in chiave di amore coniugale; la preghiera interpreta questa idea contemplando la fecondità materna della chiesa: "O Dio Padre aumenta il numero dei tuoi figli perché la chiesa veda pienamente adempiuto il disegno universale di salvezza".

La quinta lettura presenta il banchetto a Cui Dio invita, ove il nutrimento offerto è la sua parola sotto le immagini dell'acqua e del pane. Nella liturgia della veglia pasquale l'interpretazione unìsce il cibo della parola di Dio e il cibo dell'eucaristia; il tema dell'acqua poi richiama il sacramento del battesimo.

La sesta lettura insiste ancora sulle parole di Dio, contempla infatti la sapienza contenuta nella rivelazione; al termine dell'itinerario di iniziazione cristiana il catecumeno è profondamente penetrato da tale saggezza. La preghiera che accompagna la lettura accenna al sacramento battesimale: "O Dio che accresci sempre la tua chiesa chiamando nuovi figli da tutte le genti, custodisci nella tua protezione coloro che fai rinascere dall'acqua del battesimo".

La settima lettura parla dell'aspersione di acqua che purifica, del dono dello Spirito; il sacramento del battesimo è acqua di purificazione ed è dono dello Spirito Santo. La cresima porta a perfezione il dono spirituale, l'eucaristia realizza la sommità del culto in cui si verificano le parole conclusive della profezia: "voi sarete il mio popolo e io sarò il vostro Dio" (Ez 36, 28). La preghiera parla dei sacramenti della carità di Dio: "O Dio onnipotente ed eterno manifesta la tua presenza nei sacramenti del tuo amore e manda lo Spirito di adozione a suscitare un popolo nuovo dal fonte battesimale perché l'azione del nostro ministero sia resa efficace dalla tua potenza".

Alcuni dei testi di queste letture bibliche sono evocati nella anamnesi della preghiera di benedizione dell'acqua battesimale: il racconto della creazione nel punto in cui lo spirito si libra sulle acque, il racconto dell'esodo nel punto in cui il popolo passa illeso in mezzo all'acqua. Dice infatti questa preghiera nella sua prima e terza anamnesi: "O Dio in molti modi attraverso i tempi hai preparato l'acqua tua creatura ad essere segno del battesimo. Fin dalle origini il tuo Spirito si librava sulle acque perché contenessero in germe la forza di santificare. Tu hai liberato dalla schiavitù i figli di Abramo facendoli passare illesi attraverso il mare Rosso perché fossero immagine del futuro popolo dei battezzati". Viene così completata la preparazione dei catecumeni all'azione sacramentale dell'iniziazione cristiana, alla trilogia del battesimo, della cresima e dell'eucaristia. Le letture della liturgia della veglia pasquale sono un compendio della storia di salvezza nei suoi punti salienti e una sintesi di tipologia battesimale e sacramentale. Per i cristiani, che già battezzati e cresimati, partecipano alla celebrazione, le letture sono uno stimolo a rinnovare la consapevolezza della propria identità battesimale e cresimale e a prepararsi all'eucaristia.

 

Ricerca avanzata  (47731 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: