PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Marco 2,1-12

Casa di Preghiera San Biagio FMA  

Venerdì della I settimana del Tempo Ordinario (Anno II) (13/01/2006)

Vangelo: Mc 2,1-12 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Mc 2,1-12

Dopo alcuni giorni Gesù 1entrò di nuovo a Cafàrnao. Si seppe che era in casa 2e si radunarono tante persone che non vi era più posto neanche davanti alla porta; ed egli annunciava loro la Parola.

3Si recarono da lui portando un paralitico, sorretto da quattro persone. 4Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dove egli si trovava e, fatta un’apertura, calarono la barella su cui era adagiato il paralitico. 5Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Figlio, ti sono perdonati i peccati».

6Erano seduti là alcuni scribi e pensavano in cuor loro: 7«Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può perdonare i peccati, se non Dio solo?». 8E subito Gesù, conoscendo nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate queste cose nel vostro cuore? 9Che cosa è più facile: dire al paralitico “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Àlzati, prendi la tua barella e cammina”? 10Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra, 11dico a te – disse al paralitico –: àlzati, prendi la tua barella e va’ a casa tua». 12Quello si alzò e subito presa la sua barella, sotto gli occhi di tutti se ne andò, e tutti si meravigliarono e lodavano Dio, dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!».

Dalla Parola del giorno

Gesù, vista la loro fede, disse al paralitico: «Figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati»

Come vivere questa Parola?

Gesù ha detto e ripetuto più volte: «Chi crede ha la vita eterna», cioè – già qui e ora – una qualità di vita che è par-tecipazione della natura divina, dunque una qualità alta di vita. E lo asserisce a proposito delle singole persone. Qui però c'imbattiamo in qualcosa di nuovo. Il testo parla della "loro fede". Si tratta di una fede comunitaria, a cui Gesù è tutt'altro che indifferente. Subito la nota e, proprio per la pressione – se così posso dire – di questo invocare salvezza per il fratello da parte di un gruppo di persone, ecco che il Signore opera meraviglie. Attenzione! Opera meraviglie non solo guarendo la paralisi dell'infermo ma addirittura rivelandosi nella sua divinità. Perché fa quello che solo Dio può fare: perdona i peccati. Non a caso gli scribi "pensavano in cuor loro: «Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può rimettere i peccati se non Dio solo?»: In effetti avete centrato nel segno, voi dotti scribi! Colui che ha detto al paralitico: «Alzati, prendi il tuo letto e cammina» è il Figlio dell'uomo, Figlio dell'Altissimo. E quel piccolo preludio di Chiesa, cioè quegli uomini che ardirono calare il paralitico dal tetto, ponendolo davanti a Gesù ebbero fiducia piena nel suo divino potere.

Oggi, nel mio rientro al cuore, visualizzerò la scena tra il drammatico e il gioioso. In esso prevale l'esultanza da una parte di veder emergere con potenza la Persona Divina del Verbo fatto carne, pieno di maestà e di comprensione, dall'altra una fede comunitaria, l'inizio della fede ecclesiale in cui anche il mio impegno a credere è in sinergia con quello di tante sorelle e fratelli che, così, edificano la Chiesa.

Gesù, accresci in me la fede. Accrescila in tutto il tuo corpo mistico che è la tua Chiesa. Fa' che non sbiadisca nelle menti e nei cuori la gloria della tua divinità.

La voce di un Padre apostolico

Conserviamoci santi ed esemplari nella fede che abbiamo accettato, per poter supplicare con confidenza Dio, il quale ci ha detto: Mentre ancora tu starai parlando, io ti dirò: eccomi! Questa espressione scritturistica è una grande promessa, perché in essa il Signore si dichiara più pronto lui a dare che l'uomo a chiedere.
S. Clemente

 

Ricerca avanzata  (44979 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: