PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Tutti i santi: Tutti santi, tutti con Dio, ora e sempre

padre Paul Devreux

Tutti i Santi (01/11/2020)

Vangelo: Mt 5,1-12 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Mt 5,1-12

In quel tempo, 1vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. 2Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:

3«Beati i poveri in spirito,

perché di essi è il regno dei cieli.

4Beati quelli che sono nel pianto,

perché saranno consolati.

5Beati i miti,

perché avranno in eredità la terra.

6Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,

perché saranno saziati.

7Beati i misericordiosi,

perché troveranno misericordia.

8Beati i puri di cuore,

perché vedranno Dio.

9Beati gli operatori di pace,

perché saranno chiamati figli di Dio.

10Beati i perseguitati per la giustizia,

perché di essi è il regno dei cieli.

11Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. 12Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi.

Oggi, domenica, ricorre la festa di tutti i santi, ma ricordiamo che Santo dei Santi è solo Dio.
Santi sono quelli che si avvicinano a lui, tanto da essere contagiati dalla sua santità. Questo è un contagio ottimo che ci rende belli e profumati.
La Chiesa ha la tradizione di canonizzare delle persone ritenute un modello di vita e di fede, come San Francesco. Per secoli la devozione a questi santi è stata molto forte, anche perché si annunciava un Dio severo e lontano, per cui i fedeli si attaccavano a questi santi come mediatori, perché li sentivano più vicini.

Oggi l'annuncio della chiesa porta ha scoprire un Dio Padre, che vuole stare con noi e aiutarci direttamente, per cui cosa rappresentano i santi per noi oggi, nel quotidiano?
Per me sono tutti quelli che mi aiutano a conoscere il Signore, indipendentemente dal fatto che siano vivi o morti. Sono persone che il Signore usa per darmi un consiglio, sono i santi del passato, con il loro modello di vita e i loro insegnamenti, ma sono anche tutti quelli che mi hanno voluto bene e ora intercedono per me presso il Padre.
Ogni tanto ricevo qualche segno o aiuto da questi santi, ma anche da qualche caro defunto, e non so dire se si tratta di loro veramente o se è il Signore che li usa per starmi vicino discretamente. Certamente sono figure importanti e ci fa piacere ricordarli.

E' bello guardare a loro come guide per la nostra santità, perché tutti siamo chiamati alla santità, sin da oggi, e di questo c'è molto bisogno, in questo tempo di pandemia, perché significa puntare ad amare e servire i nostri fratelli, il che è molto meglio che puntare solo alla sopravvivenza. Se puntiamo solo alla sopravvivenza, come disse il vescovo di Lucca in una recente predica, prima o poi perdiamo la nostra battaglia. Meglio puntare ad amare per essere vivi, positivi, e stare vicino a Dio oggi e nel futuro. Umanamente parlando la vita è un lento diminuire; l'unica cosa che può sempre crescere è la santità. Anzi, oserei dire che è bene diminuire, per lasciare spazio alla santità.
Dobbiamo riconciliarci con il concetto di santità. Non è una cosa strana, fatta solo per persone molto particolari, ne dobbiamo fare i falsi modesti dicendo che non fa per noi, ne ridicolizzarlo come se fosse una cosa per bigotti, perché Dio è Santo, e se un domani, desidero contemplare il suo volto, stando alla sua presenza, contento, un po' di santità mi ci vuole per forza.

Buona festa e auguri di santità.

 

Ricerca avanzata  (47707 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: