PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Lc 4, 18-19

Casa di Preghiera San Biagio FMA  

III Domenica del Tempo Ordinario (Anno C) (27/01/2019)

Vangelo: Lc 1,1-4; 4,14-21 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Lc 1,1-4; 4,14-21

1Poiché molti hanno cercato di raccontare con ordine gli avvenimenti che si sono compiuti in mezzo a noi, 2come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni oculari fin da principio e divennero ministri della Parola, 3così anch’io ho deciso di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e di scriverne un resoconto ordinato per te, illustre Teòfilo, 4in modo che tu possa renderti conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto.

14Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. 15Insegnava nelle loro sinagoghe e gli rendevano lode.

16Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. 17Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto:

18Lo Spirito del Signore è sopra di me;

per questo mi ha consacrato con l’unzione

e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio,

a proclamare ai prigionieri la liberazione

e ai ciechi la vista;

a rimettere in libertà gli oppressi,

19a proclamare l’anno di grazia del Signore.

20Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all’inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. 21Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».

«Lo Spirito del Signore su di me, a causa di questo mi unse: per annunziare la buona notizia ai poveri, ha inviato me per proclamare ai prigionieri la remissione e ai ciechi la vista, per inviare gli affranti in remissione, per proclamare un anno gradito al Signore.»
Lc 4, 18-19

Come vivere questa Parola?
L'attività di Gesù è instancabile. Se ne va per le strade assolate della Palestina. Si ferma nelle case di amici o di curiosi del suo segreto. Si reca nelle sinagoghe, luogo di culto e di annuncio. Ed è appunto a Nazareth, nella sinagoga della sua città che rivela il senso ultimo e grande della sua missione. Lo Spirito l'ha unto, cioè gli ha conferito il mandato di “annunziare ai poveri la buona notizia...di proclamare ai prigionieri la remissione” soprattutto di “proclamare un anno gradito al Signore”. E' un anno fondamentale nella legislazione di Israele: il tempo sabbatico, infatti, annuncia che “la fede in Dio diventa giustizia nuova fra gli uomini”. La misericordia del Padre si fa vita nuova tra i figli.

Oggi, la mia preghiera sarà fatta di canto nel cuore “Misericordias Domini in aeternum cantabo”

La voce di un teologo biblista
Dante chiama Luca “scriba mansuetudinis Christi”. Il suo infatti è il Vangelo della misericordia. “Diventate misericordiosi, come il padre vostro è misericordioso” è il tema di tutta la sua opera.
Silvano Fausti
Sr Graziella Curti - direttice@fmamelzo.com

 

Ricerca avanzata  (43133 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: