PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Dove vai se la strada non la sai?

don Domenico Bruno  

III Domenica del Tempo Ordinario (Anno C) (27/01/2019)

Vangelo: Lc 1,1-4; 4,14-21 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Lc 1,1-4; 4,14-21

1Poiché molti hanno cercato di raccontare con ordine gli avvenimenti che si sono compiuti in mezzo a noi, 2come ce li hanno trasmessi coloro che ne furono testimoni oculari fin da principio e divennero ministri della Parola, 3così anch’io ho deciso di fare ricerche accurate su ogni circostanza, fin dagli inizi, e di scriverne un resoconto ordinato per te, illustre Teòfilo, 4in modo che tu possa renderti conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto.

14Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito e la sua fama si diffuse in tutta la regione. 15Insegnava nelle loro sinagoghe e gli rendevano lode.

16Venne a Nàzaret, dove era cresciuto, e secondo il suo solito, di sabato, entrò nella sinagoga e si alzò a leggere. 17Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto:

18Lo Spirito del Signore è sopra di me;

per questo mi ha consacrato con l’unzione

e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio,

a proclamare ai prigionieri la liberazione

e ai ciechi la vista;

a rimettere in libertà gli oppressi,

19a proclamare l’anno di grazia del Signore.

20Riavvolse il rotolo, lo riconsegnò all’inserviente e sedette. Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. 21Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».

Quante volte, camminando, pur credendo di conoscere la strada ci siamo persi. Il bello è che poi abbiamo imparato cose nuove da quella strada, nel bene o nel male, ma semmai non avessimo saputo tornare sulla giusta strada non avremmo avuto la possibilità di raccontarcelo.

In ogni momento della nostra vita rischiamo di perderci, specie quando ci allontaniamo dal Signore credendo di poter fare di testa nostra, perché pensiamo che la via indicata da Gesù sia complicata e noiosa.

Ogni volta che sperimentiamo lo smarrimento vuol dire che non stiamo più guardando il Signore, ma ci stiamo lasciando distrarre da false convinzioni. Spesso i cristiani stessi sono i primi a dire che vogliono bene a Gesù, che credono in Dio, ma poi non si fidano!

Il Figlio di Dio è venuto per noi! Per indicarci il modo per non sciupare la nostra vita, per fare in modo che essa abbia pienezza e valore... e l'unico modo è seguirlo, sia che siamo ricchi o poveri, sia che siamo colti o ignoranti, sia che ci crediamo santi o dannati, sia che siamo felici o tristi... (cf Lc 1,1-4; 4,14-21). Gesù è per tutti ed è per tutti coloro che vogliono dare pieno valore alla propria esistenza!

- Che strada voglio percorrere? Con o senza Gesù?

- Che strada sto percorrendo? In che direzione sto andando?

Unisciti al canale Telegram @annunciatedaitetti
Visita il sito annunciatedaitetti.it

Dai uno sguardo anche al canale YouTube

 

Ricerca avanzata  (43707 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: