PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Mt 20,7

Casa di Preghiera San Biagio FMA  

XXV Domenica del Tempo Ordinario (Anno A) (21/09/2014)

Vangelo: Mt 20,1-16 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Mt 20,1-16

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: 1Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all’alba per prendere a giornata lavoratori per la sua vigna. 2Si accordò con loro per un denaro al giorno e li mandò nella sua vigna. 3Uscito poi verso le nove del mattino, ne vide altri che stavano in piazza, disoccupati, 4e disse loro: “Andate anche voi nella vigna; quello che è giusto ve lo darò”. 5Ed essi andarono. Uscì di nuovo verso mezzogiorno, e verso le tre, e fece altrettanto. 6Uscito ancora verso le cinque, ne vide altri che se ne stavano lì e disse loro: “Perché ve ne state qui tutto il giorno senza far niente?”. 7Gli risposero: “Perché nessuno ci ha presi a giornata”. Ed egli disse loro: “Andate anche voi nella vigna”.

8Quando fu sera, il padrone della vigna disse al suo fattore: “Chiama i lavoratori e da’ loro la paga, incominciando dagli ultimi fino ai primi”. 9Venuti quelli delle cinque del pomeriggio, ricevettero ciascuno un denaro. 10Quando arrivarono i primi, pensarono che avrebbero ricevuto di più. Ma anch’essi ricevettero ciascuno un denaro. 11Nel ritirarlo, però, mormoravano contro il padrone 12dicendo: “Questi ultimi hanno lavorato un’ora soltanto e li hai trattati come noi, che abbiamo sopportato il peso della giornata e il caldo”. 13Ma il padrone, rispondendo a uno di loro, disse: “Amico, io non ti faccio torto. Non hai forse concordato con me per un denaro? 14Prendi il tuo e vattene. Ma io voglio dare anche a quest’ultimo quanto a te: 15non posso fare delle mie cose quello che voglio? Oppure tu sei invidioso perché io sono buono?”. 16Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi».

«Andate anche voi nella vigna»
Mt 20,7

Come vivere questa Parola?
Dio ha scelto ciascuno di noi per una missione da svolgere nella comunità umana e nella Chiesa: dunque dobbiamo impegnarci a conoscerla, a realizzarla e a valorizzare i doni degli altri per il bene comune. Anche se qualche volta, per aver sciupato qualità e tempo, dopo esserci pentiti, ci sentiamo come...operai dell'ultima ora (cf il Vangelo di oggi), possiamo sperimentare la gioia di essere perdonati e accolti dal Signore, che è sempre grande e misericordioso. Nella vigna del Signore c'è sempre posto ad ogni ora: non dobbiamo chiuderci egoisticamente nel nostro piccolo mondo, ma essere disponibili per ogni chiamata, anche quella più pesante e dolorosa, all'inizio come all'ultima ora della nostra vita.
I pensieri di Dio non sono i nostri pensieri (cf la prima Lettura: Isaia 55,6-9) e la sua logica non è quella umana, che troppe volte mira alla produttività e all'efficienza, ma invece Dio guarda all'amore. Cristo è venuto sulla terra per salvare tutti: i primi e gli ultimi. Anche chi, per vari motivi, entra nel regno tardi non è penalizzato: l'amore misericordioso di Dio vuole tutti che raggiungano la felicità eterna.

O Signore, ti prego di rendermi degno di "essere un semplice e umile lavoratore nella vigna del Signore'' (come disse Benedetto XVI, dalla loggia di s. Pietro appena eletto Papa, 19 aprile 2005) e di collaborare al tuo disegno di salvezza e di amore verso l'umanità
Dalla orazione iniziale della Messa
«O Padre, giusto e grande nel dare all'ultimo operaio come al primo, le tue vie distano dalle nostre vie quanto il cielo dalla terra; apri il nostro cuore all'intelligenza delle parole del tuo Figlio, perché comprendiamo l'impagabile onore di lavorare nella tua vigna fin dal mattino
(Dal Messale Romano, domenica 25 del tempo ordinario, anno A)
D. Mario Maritano SDB maritano@unisal.it

 

Ricerca avanzata  (46285 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: