PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Amici atei

Riccardo Ripoli  

Lunedì della XXXIII settimana del Tempo Ordinario (Anno I) (18/11/2013)

Vangelo: Lc 18,35-43 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Lc 18,35-43

35Mentre si avvicinava a Gerico, un cieco era seduto lungo la strada a mendicare. 36Sentendo passare la gente, domandò che cosa accadesse. 37Gli annunciarono: «Passa Gesù, il Nazareno!». 38Allora gridò dicendo: «Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!». 39Quelli che camminavano avanti lo rimproveravano perché tacesse; ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». 40Gesù allora si fermò e ordinò che lo conducessero da lui. Quando fu vicino, gli domandò: 41«Che cosa vuoi che io faccia per te?». Egli rispose: «Signore, che io veda di nuovo!». 42E Gesù gli disse: «Abbi di nuovo la vista! La tua fede ti ha salvato». 43Subito ci vide di nuovo e cominciò a seguirlo glorificando Dio. E tutto il popolo, vedendo, diede lode a Dio.

Passa Gesù il Nazareno!

Se andiamo alla stazione in un giorno di sciopero con l'idea di partire per Roma non possiamo arrivare senza biglietto, così come non possiamo, una volta giunti al terminal, mettersi a leggere il giornale senza prestare la minima attenzione ai treni in arrivo, non obliterare subito il biglietto, lasciare la valigia al deposito bagagli perché quando il treno arriverà dovremo essere pronti a salirci, con la valigia in mano ed il biglietto obliterato.

Nella vita è la stessa cosa. Ora possiamo credere o non credere in Dio e quindi prepararsi alla vita eterna oppure no, ma è certo che le occasioni nella vita ci capitano spesso una volta sola.

Pensate ad un ragazzo che non sia bello, ma proprio per questo si lasci andare, non si curi, non si lavi, sia trasandato nel vestire, non migliori altre qualità. La possibilità di incontrare una compagna per la vita si riducono ai minimi termini per non dire che siano nulle. Ma se ogni giorno questo ragazzo si lava, si veste bene, si tiene nel fisico e nel comportamento, legge libri, studia e si crea una strada, avrà maggiori possibilità, per non dire la certezza, di incontrare la donna della sua vita potendola scegliere per carattere, modi di fare, idee.

Per chi ha fede l'incontro con Dio ha le stesse caratteristiche, si deve essere pronti. Non sappiamo cosa ci riserva il domani. Oggi stiamo bene ed una mattina ci svegliamo con un dolore che ci fa scoprire una terribile malattia, oppure abbiamo una situazione florida che in un attimo può volgere al peggio. Dobbiamo essere previdenti, comprare il biglietto prima, prenotare un posto, chiedere ai controllori che ci diano una mano a capire quale sia la strada migliore per raggiungere il binario che ci porti a destinazione. Ecco che avere valori e principi come la solidarietà, la pazienza, l'amore per il prossimo, il perdono, l'altruismo, il rispetto è come avere un tesoro in banca cui attingere al momento in cui dovremo comprare il biglietto, oppure quando le cose andranno male. Tutto ciò vale anche per gli amici atei perché il comportarsi bene apre tantissime porte. Chi non vorrà accogliere nella propria casa colui che un giorno ha salvato suo figlio? Chi non vorrà dare da mangiare a chi nel passato ha dato ospitalità nel momento del bisogno a tutta la sua famiglia?

 

Ricerca avanzata  (45743 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: