PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Da un grande potere una grande responsabilità

don Giovanni Berti

Pentecoste (Anno A) - Messa del Giorno (12/06/2011)

Vangelo: Gv 20,19-23 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Gv 20,19-23

19La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». 20Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore. 21Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». 22Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. 23A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».

Clicca qui per la vignetta della settimana

La Chiesa ha un potere o un compito?

Nel film "Spiderman" di Sam Raimi, il personaggio dello zio Ben dice al giovane Peter Parker (che da poco ha scoperto di avere dei superpoteri) "Da un grande potere, derivano grandi responsabilità".

Una frase molto semplice inserita in un film tutto improntato all'azione, ma che mi ha fatto riflettere, collegandola alla scena della Pentecoste così come la narra Luca all'inizio degli Atti degli Apostoli e meditando questa scena del vangelo di Giovanni.

Gli Apostoli sono investiti di un grande potere dall'Alto, da Dio. E' il dono dello Spirito Santo che l'evangelista Giovanni racconta in modo diverso da Luca, mostrandoci Gesù Risorto stesso che "soffia" sugli apostoli il dono dello Spirito.

Con questo dono dello Spirito Santo, si chiude il cerchio degli eventi pasquali: nasce la Chiesa, la comunità dei discepoli di Gesù, che hanno il compito di portare la sua parola in ogni luogo e in ogni tempo.

Meditare questi passi della Scrittura che raccontano la nascita della Chiesa, significa anche ricordarci quale è la nostra identità di Chiesa oggi, e ricordarci quale è lo stile che ci caratterizza.

Abbiamo ricevuto un potere grande dall'alto, un potere che non ci permette però di sentirci potenti e padroni, ma al contrario ci mette davanti le nostre grandi responsabilità.

Nel film "Spiderman", il giovane Peter ci mette un po' a capire il senso dei super poteri ricevuti. Subito li usa per fare soldi e pensando che in fondo questi poteri sono a suo solo vantaggio. Ma saranno proprio le semplici parole dell'anziano zio a ricordargli che il potere ricevuto lo mette difronte ad un compito grande.

Se questo funziona nel film, ancor di più funziona nella realtà della Chiesa.

Gesù ai suoi dice "A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati". E' davvero un grande potere, un potere di perdono e condanna che forse è troppo grande se messo in mano agli uomini che sono sempre peccatori e tutti bisognosi di perdono.

Questo potere nella storia è stato usato talvolta in modo sbagliato, con la pretesa di dire chi è dentro e chi è fuori, chi è amato da Dio e chi no, chi accettare e chi rifiutare...

La Chiesa ha il potere di perdonare non per escludere e creare una cerchia di "perfetti", ma ha questo potere per allargare la famiglia di coloro che si sentono Figli di Dio.

Ha il potere di perdonare in modo che chiunque si senta amato da Dio. La voce di Gesù che perdonava la peccatrice, che stava con i pubblicani e mangiava a casa dei peccatori, ora è nella voce della Chiesa e nella voce dei singoli cristiani, noi. Questo è dunque un compito davvero grande, forse troppo, ma che non possiamo ignorare.

Abbiamo davvero bisogno come comunità e come singoli cristiani di esser di nuovo riempiti di Spirito Santo, in modo che non trasformiamo un potere in violenza, in assassinio spirituale e esclusione, ma viviamo questo potere come servizio all'amore inesauribile di Dio.

Abbiamo bisogno di una rinnovata Pentecoste, perché il mondo sempre più diviso e violento ha bisogno della Chiesa, come portatrice di pace e accoglienza.

Questo è il nostro compito, un compito che portiamo avanti con il potere che non ci siamo dati e di cui non siamo mai proprietari, ma che ci viene dato dall'Alto.

Clicca qui per lasciare un commento.

 

Ricerca avanzata  (46208 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: