PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Luca 5,27-32

Paolo Curtaz  

Sabato dopo le Ceneri (28/02/2009)

Vangelo: Lc 5,27-32 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Lc 5,27-32

27Dopo questo egli uscì e vide un pubblicano di nome Levi, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi!». 28Ed egli, lasciando tutto, si alzò e lo seguì.

29Poi Levi gli preparò un grande banchetto nella sua casa. C’era una folla numerosa di pubblicani e di altra gente, che erano con loro a tavola. 30I farisei e i loro scribi mormoravano e dicevano ai suoi discepoli: «Come mai mangiate e bevete insieme ai pubblicani e ai peccatori?». 31Gesù rispose loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; 32io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori perché si convertano».

La quaresima è tempo di conversione e Matteo è l'emblema stesso della conversione. Matteo fa la sua quaresima in pochi istanti, si fa due conti in tasca (era abilissimo in questo!) e fissando lo sguardo di quel Nazareno vede in lui tutto ciò che non era e che avrebbe voluto e potuto diventare... si alza e lo segue, senza chiedere, senza indugiare, seguendo la sua emozione. Per noi, ahimè, il tempo della conversione è molto più lungo e incrociare quello sguardo non è così semplice... ma siamo qui apposta, per fare spazio, per allargare il cuore. E un'altra conversione ci è necessaria, ancora più difficile, ancora più dolorosa: la conversione di chi scopre che la Chiesa è fatta di peccatori perdonati, non di giusti e che l'unico giudizio autorizzato fra discepoli è quello di chi ama e perdona, di chi capisce e va all'essenziale. L'uomo vecchio resta, direbbe san Paolo, e spesso guardiamo ai difetti degli altri giudicando santamente invece di metterci nei loro panni. Se percepiamo di essere malati interiormente, se avvertiamo un disagio, un mal di vita, se non siamo contenti di noi stessi e della nostra vita, allora sappiamo dov'è il medico.

Libri di Paolo Curtaz

Vuoi ricevere nella tua email i commenti di Paolo Curtaz? Semplicissimo!
Clicca su questo indirizzo email per mandare un'email vuota; riceverai un'altra email da Yahoogroups con un link da cliccare per confermare la tua iscrizione:

pn-paolocurtaz-subscribe@yahoogroups.com

 

Ricerca avanzata  (47088 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: