PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Palestra dello spirito

don Luciano Sanvito

S. Ignazio di Loyola (18/04/2010)

Vangelo: Mt 13,36-43 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Mt 13,36-43

36Poi congedò la folla ed entrò in casa; i suoi discepoli gli si avvicinarono per dirgli: «Spiegaci la parabola della zizzania nel campo». 37Ed egli rispose: «Colui che semina il buon seme è il Figlio dell’uomo. 38Il campo è il mondo e il seme buono sono i figli del Regno. La zizzania sono i figli del Maligno 39e il nemico che l’ha seminata è il diavolo. La mietitura è la fine del mondo e i mietitori sono gli angeli. 40Come dunque si raccoglie la zizzania e la si brucia nel fuoco, così avverrà alla fine del mondo. 41Il Figlio dell’uomo manderà i suoi angeli, i quali raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti quelli che commettono iniquità 42e li getteranno nella fornace ardente, dove sarà pianto e stridore di denti. 43Allora i giusti splenderanno come il sole nel regno del Padre loro. Chi ha orecchi, ascolti!

Se non ci muoviamo nello spirito, la nostra anima perde energia, movimento e capacità di articolarsi nelle realtà della nostra vita.

Ignazio, praticando le esercitazioni nella battaglia da soldato, recupera questa dimensione nell'esercitare la mente, l'anima e il cuore attorno agli esercizi dello spirito, per combattere la buona battaglia della vita: la vittoria su noi stessi, la padronanza sulle realtà attorno a noi e la coscienza di rapportarsi al meglio nell'esperienza con il Mistero di Dio.

Esercizi non lasciati alla persona, in una sorta di invenzione personalistica, ma rivissuti nella Compagnia della comunità, nella palestra della Chiesa, dove insieme e calibrando e seguendo le indicazioni adatte e adeguate alla crescita spirituale, si può accedere al meglio della propria vita, per rendere abile e snello il nostro procedere nella maggior gloria di Dio, che si riflette in noi stessi come serenità portata al massimo grado della nostra capienza morale e spirituale.

Esercizi spirituali, che oggi sembrano andare poco di moda in se stessi, come esperienze forti di uno o più giorni di raccoglimento in qualche luogo adatto; ma che possono certo essere ripresi nella pratica della vita ecclesiale e pastorale, dove spesso manca la coscienza e la necessità di praticare questa esercitazione salutare e corroborante.

Esercitare lo spirito ci aiuta a essere viventi e vincenti.

 

Ricerca avanzata  (47063 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: