PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Marco 10,2-16

padre Paul Devreux

XXVII Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (04/10/2009)

Vangelo: Mc 10,2-16 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Mc 10,2-16

2Alcuni farisei si avvicinarono e, per metterlo alla prova, gli domandavano se è lecito a un marito ripudiare la propria moglie. 3Ma egli rispose loro: «Che cosa vi ha ordinato Mosè?». 4Dissero: «Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di ripudiarla». 5Gesù disse loro: «Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. 6Ma dall’inizio della creazione li fece maschio e femmina; 7per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie 8e i due diventeranno una carne sola. Così non sono più due, ma una sola carne. 9Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto». 10A casa, i discepoli lo interrogavano di nuovo su questo argomento. 11E disse loro: «Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio verso di lei; 12e se lei, ripudiato il marito, ne sposa un altro, commette adulterio».

13Gli presentavano dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono. 14Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. 15In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso». 16E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, imponendo le mani su di loro.

Il libro della Genesi ci ricorda che Dio dice che non è bene che l'uomo sia solo, e pertanto gli fa un aiuto che gli corrisponde. Da qui parte la proposta del matrimonio come soluzione alla solitudine e via maestra per costruirsi un futuro.

Nel Vangelo Gesù viene interrogato riguardo al ripudio.

Al tempo di Gesù il divorzio era un fatto consolidato, attribuito a Mosè e quindi intangibile, ma era un divorzio maschilista. Forse Gesù è il primo a dire che anche la donna che lascia suo marito per un altro commette adulterio, affermando così sottilmente che se l'uomo vuole questo diritto, è giusto che l'abbia anche la donna.

L'atto di ripudio liberava la donna da ogni vincolo dandole cosi il diritto di risposarsi. E' l'unico diritto che le veniva garantito. Riguardo poi alle motivazioni possibili per il ripudio, vi erano varie scuole; alcune dicevano che ci voleva una motivazione grave, altre dicevano che bastava che bruciasse l'arrosto, e su questo facevano accese discussioni.

Gesù non cade nel tranello di mettersi a discutere sul se e sul ma, preferisce toccare il cuore del problema; dopo aver spiegato perché Mosè ha dato questa concessione, ricorda il progetto di Dio, ciò in cui crede: l'amore fedele tra un uomo e una donna, ad immagine dell'amore Trinitario. Ricordiamo che l’obiettivo della vita di coppia non è vivere insieme per sempre, ma amarsi per sempre! L'indissolubilità del matrimonio non vuole essere un cappio ma un ideale che risponde ad un bisogno fondamentale dell'uomo: quello di potersi fidare di qualcuno per poter costruire insieme un futuro. Da soli si costruisce poco, per cui il problema da affrontare non è il divorzio ma come evitare la solitudine e la sterilità dell'uomo.

Personalmente, riguardo al matrimonio e sul come fare per riuscirlo mi ritengo incompetente, perché non ne ho l'esperienza.

Dirò solo che quando incontro una coppia che prega e frequenta, mi fa piacere perché mi sembrano felici. Per me il problema è come aiutare coloro che hanno fatto l'esperienza dolorosa del fallimento matrimoniale a continuare a credere in quest'ideale per avere la forza di rialzarsi e ricominciare a costruirsi un futuro. Ecco perché è importante la fede, come dicevamo domenica scorsa, perché è una ciambella di salvataggio, un opportunità relazionale sicura e fedele, un luogo dove tornare e dal quale ripartire. Chi si fida di Dio, come un bimbo dei genitori, può confidare almeno in Lui e con Lui provare a costruire il regno di Dio, che include anche il matrimonio.

 

Ricerca avanzata  (44078 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: