PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Sl 16/15,7-8

Casa di Preghiera San Biagio FMA  

Venerdì della XXIII settimana del Tempo Ordinario (Anno I) (11/09/2009)

Brano biblico: Sl 16/15,7-8 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Lc 6,39-42

39Disse loro anche una parabola: «Può forse un cieco guidare un altro cieco? Non cadranno tutti e due in un fosso? 40Un discepolo non è più del maestro; ma ognuno, che sia ben preparato, sarà come il suo maestro.

41Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? 42Come puoi dire al tuo fratello: “Fratello, lascia che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio”, mentre tu stesso non vedi la trave che è nel tuo occhio? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello.

Dalla Parola del giorno

“Benedico il Signore che mi ha dato consiglio; anche di notte il mio animo mi istruisce. Io pongo sempre davanti a me il Signore, sta alla mia destra, non potrò vacillare.”

Come vivere questa Parola?

Sperimentare nella propria vita l’amore di un Dio che non solo perdona, ma continua a dare fiducia, a prevenire con le sue ispirazioni, a sostenere con la sua grazia; un Dio che affida a te, proprio a te che ti senti tanto indegno e tanto incapace, il compito di testimoniarlo, non può che immergere nell’umile e riconoscente adorazione!

È quanto Paolo descrive nella sua lettera a Timoteo (prima lettura), ma è anche quanto ciascuno di noi vive quotidianamente. Sì, Dio non sta lì a soppesare le nostre colpe, e neppure si limita a perdonarci: Dio continua ad aver fiducia di noi e ci affida i nostri fratelli.

Perché possiamo corrispondere al suo amore, ci sostiene con la sua grazia, istruendoci “anche di notte”, quando ci dibattiamo nel buio del dubbio e della tentazione, quando sembra che Egli si sia fatto lontano... Notti dello spirito che tutti sperimentiamo, ma che non devono offuscare la certezza che Egli “sta alla mia destra”: è la mia forza! Anche se tutto intorno a me vacillasse, io potrei sempre contare sul suo sostegno. Anche se le tenebre fossero così fitte da farmi perdere di vista la meta, egli continuerebbe a indicarmi il sentiero da percorrere.

Non c’è che da spalancarsi alla gioia e benedire Dio con tutto il nostro essere.

Oggi, nel mio rientro al cuore, richiamerò alla mente i ‘passaggi di Dio’ nella mia vita e con il salmista pregherò:.

Benedico il Signore che mi ha dato consiglio; anche di notte il mio animo mi istruisce. Io pongo sempre davanti a me il Signore, sta alla mia destra, non potrò vacillare. Mi indicherai il sentiero della vita, gioia piena alla tua presenza, dolcezza senza fine alla tua destra.

La voce di un testimone dei nostri giorni

Non protestare per l'abbandono di Dio nella tua vita! Dio è fedele. Non t'abbandonerà mai, ha posto infatti in te la sua dimora. Se i rami di un albero nascondono i raggi del sole non significa che il sole si sia spento. Osserva meglio e vedrai che il sole tornerà a splendere appena scuoti le prime foglie.
Sergio Jeremia de Souza

 

Ricerca avanzata  (49245 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: