Area Anno C (Fano)

Insistenti come bambini

XXIX Domenica t.o. - C

Clicca per vedere l'immagine a grandezza intera  (2027 × 2243 pixel, dimensione del file: 440 KB)

Alcune chiavi di lettura dell'immagine

Il Vangelo della prossima domenica è un invito ad essere "pesanti" con la preghiera. Se ci si dà qualcosa, non dimentichiamo ciò che ci piace, ma temo che, con la preghiera, non accada lo stesso. Siamo appassionati di calcio, film, serie TV con un certo successo ... Ma siamo profondamente "affezionati" alla preghiera?

Nel Vangelo appare l'esempio di una vedova insistente che finisce per ottenere ciò che chiede. Dobbiamo pregare sempre, senza scoraggiamento, con la stessa spinta della vedova. E pregare in ogni momento. Ma, affinché tutta la vita sia preghiera, dobbiamo anche avere momenti particolari di incontro con il Signore. Egli si prende cura di noi, siamo - come dice Fano - "i suoi figli viziati". Chiediamo che egli non ci deluderà, addolcirà sempre la nostra vita con il suo amore incondizionato.

Un esercizio pratico. Diamo un'occhiata alle ore dell'orologio. Potresti chiederti: ed io quando prego? Come prego? La mia preghiera è di qualità? Utilizzo la Parola? Cosa posso fare per migliorare la mia preghiera? E non dimentichiamo di pregare per coloro che soffrono di più e attraversano le situazioni peggiori.

traduzione dal blog di Kamiano

Temi: preghiera insistente, pregare, chiedere, dio padre, bambino

Visualizza Lc 18,1-8: Parabola del giudice e della vedova

1Diceva loro una parabola sulla necessità di pregare sempre, senza stancarsi mai: 2«In una città viveva un giudice, che non temeva Dio né aveva riguardo per alcuno. 3In quella città c’era anche una vedova, che andava da lui e gli diceva: “Fammi giustizia contro il mio avversario”. 4Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, 5dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”». 6E il Signore soggiunse: «Ascoltate ciò che dice il giudice disonesto. 7E Dio non farà forse giustizia ai suoi eletti, che gridano giorno e notte verso di lui? Li farà forse aspettare a lungo? 8Io vi dico che farà loro giustizia prontamente. Ma il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra?».

Autore: Patxi Velasco Fano  (home page 1 - home page 2)

Visualizza tutte le 21 immagini relative a Lc 18,1-8