Alberi che camminano

don Luciano Sanvito

Mercoledì della VI settimana del Tempo Ordinario (Anno I) (18 febbraio 2009)

"Alberi che camminano..."

Sono gli uomini visti nella confusione della vista morale.

Alberi che camminano, ma riconosciuti dall'intuizione come uomini.

Alberi...

Spesso, nella vista normale, gli uomini stanno saldi e non camminano.

Pare anche una cosa bella, avere radici solide.

Ma il non camminare esprime anche una infermità.

E un disinteresse a procedere e a lasciarsi coinvolgere.

...che camminano...

Gli alberi che camminano sono nella fantasia dei bimbi, o di coloro che sanno come i bimbi sognare una bontà nuova, un'apparizione fantastica che vuol essere un augurio di bene.

Gli alberi che camminano sono l'augurio per la persona, ad essere ben salda nel cammino e nel procedere, con le proprie radici ben radicate, ma anche capac e di raggiungere in un modo naturale umanizzato e umanizzante altri confini, altri percorsi.

Due, quindi, i miracoli: il cieco che ci vede, e gli alberi che camminano.

ALBERO FECONDO E' COLUI CHE ACCOGLIE LA PAROLA DI DIO.