PERFEZIONA LA RICERCA

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Gv. 1,38-39

Casa di Preghiera San Biagio FMA  

Casa di Preghiera San Biagio FMA è uno dei tuoi autori preferiti di commenti al Vangelo?
Entrando in Qumran nella nuova modalità di accesso, potrai ritrovare più velocemente i suoi commenti e quelli degli altri tuoi autori preferiti!

II Domenica del Tempo Ordinario (Anno B) (14/01/2018)

Vangelo: Gv 1,35-42 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Gv 1,35-42

35Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli 36e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l’agnello di Dio!». 37E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. 38Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa Maestro –, dove dimori?». 39Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.

40Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. 41Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – 42e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» – che significa Pietro.

“Rabbi, dove abiti? Gesù rispose: venite e vedrete. Andarono dunque e videro dove Egli dimorava. Quel giorno rimasero con Lui. Erano circa le quattro del pomeriggio.”
Gv. 1,38-39

Come vivere questa Parola?
L'apostolo evangelista Giovanni annota qualcosa di molto importante per capire la ‘divina umanità' di Gesù. Gli stessi discepoli del Battista sono incuriositi e ammirati della persona di Cristo. Sorge dunque spontanea in loro la domanda: Rabbi (Maestro) dove abiti? Due sole parole per risposta: lucenti come le bianche pietre che il sole raggiunge in riva al fiume: “Venite e vedrete”.
Di nuovo due soli verbi: “Andarono e videro”.
È chiaro che furono bene impressionati perché decisero di rimanere lì col Signore per l'intera giornata. E la decisione ha certo radici profonde, se l'evangelista annota addirittura l'ora: le quattro del pomeriggio.
Quel che emerge in questo quadro di vita è una grande semplicità dove balena un altrettanto grande ammirazione per il Maestro Signore.
È quello che io ti chiedo.

Signore Gesù, con la tua grazia, che io le trascorra abbracciando il più possibile uno stile di semplicità e sobrietà. Che io viva insieme con Te, non solo Grande Compagno delle mie giornate, ma Divino Maestro di vita.

La voce di un antico Padre Orientale
“Abbi sete di Gesù perché Egli ti inebri del suo amore.”
Isacco il Siro

Sr Maria Pia Giudici FMA - info@sanbiagio.org

 

Ricerca avanzata  (38915 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: