PERFEZIONA LA RICERCA

FestiviFeriali

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Bisognava far festa e rallegrarsi

Movimento Apostolico - rito romano  

Sabato della II settimana di Quaresima (22/03/2014)

Vangelo: Lc 15,1-3.11-32 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Come può una religione corrompersi? Come può la retta fede smarrirsi, perdersi, scomparire? Ma soprattutto come può un uomo uccidere l'uomo non solo fisicamente, ma molto di più spiritualmente? Come può negargli il perdono, la misericordia, la pace, l'amicizia, la fratellanza? Come può espellerlo dal suo cuore e pretendere che anche Dio lo espella dal suo suo? Questo frutto è solo del peccato che milita nel corpo dell'uomo. Quando il cuore è nel peccato, in esso non c'è più spazio per alcuno, né per il Signore, né per l‘uomo, né per altra creatura. Dio invece rimane sempre Dio, mai cambia, mai si modifica, mai viene meno nel suo amore. Egli sempre ha invitato l'uomo a tornare a Lui. Sempre gli dice di convertirsi e di aprirsi al suo amore, alla sua giustizia, alla sua verità. Sempre lo chiama perché torni nella fedeltà all'alleanza.

Se un uomo ripudia la moglie ed ella si allontana da lui per appartenere a un altro, tornerà il primo ancora da lei? Quella terra non sarebbe tutta contaminata? E tu, che ti sei prostituita con molti amanti, osi tornare da me?... E ora gridi verso di me: "Padre mio, amico della mia giovinezza tu sei! Manterrà egli il rancore per sempre? Conserverà in eterno la sua ira?". Così parli, ma intanto commetti tutto il male che puoi». Allora il Signore mi disse: «Israele ribelle si è dimostrata più giusta della perfida Giuda. Va' e grida queste cose verso il settentrione: Ritorna, Israele ribelle, dice il Signore. Non ti mostrerò la faccia sdegnata, perché io sono pietoso. Oracolo del Signore. Non conserverò l'ira per sempre. Su, riconosci la tua colpa, perché sei stata infedele al Signore, tuo Dio; hai concesso il tuo amore agli stranieri sotto ogni albero verde, e non hai ascoltato la mia voce. Oracolo del Signore. Ritornate, figli traviati - oracolo del Signore - perché io sono il vostro padrone. Vi prenderò uno da ogni città e due da ciascuna famiglia e vi condurrò a Sion. Vi darò pastori secondo il mio cuore, che vi guideranno con scienza e intelligenza (Cfr. Ger 3,1-25).

La voce di Cristo è vera voce della misericordia del Padre. Essa suona e risuona con tonalità sempre nuove. La parabola odierna è vera voce divina, celeste, eterna.

Mai voce umana fu così divina. Mai voce umana potrà essere più divina. È il sommo.

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli Santi, fateci voce divina tra i fratelli.

 

Ricerca avanzata  (47088 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: