Area Anno A (Fano)

Prepariamo una culla a Gesù con Maria

II Domenica di Avvento - A

Clicca per vedere l'immagine a grandezza intera  (2519 × 3508 pixel, dimensione del file: 752 KB)

Maria dice "sì" all'angelo. La sua disponibilità apre le porte dell'Avvento della fede, di una speranza che non avrà mai fine. Maria, la giovane di Nazareth, saggia e umile di cuore, ci mostra il modo più certo per vivere di volontà di Dio.
Evangelii Gaudium n. 286

Maria è colei che sa trasformare una grotta per animali nella casa di Gesù, con alcune povere fasce e una montagna di tenerezza. Lei è la piccola serva del Padre che trasalisce di gioia nella lode. È l’amica sempre attenta perché non venga a mancare il vino nella nostra vita. È colei che ha il cuore trafitto dalla spada, che comprende tutte le pene. Quale madre di tutti, è segno di speranza per i popoli che soffrono i dolori del parto finché non germogli la giustizia. È la missionaria che si avvicina a noi per accompagnarci nella vita, aprendo i cuori alla fede con il suo affetto materno. Come una vera madre, cammina con noi, combatte con noi, ed effonde incessantemente la vicinanza dell’amore di Dio.

Meditiamo questo commento mariano di Papa Francesco per prepararci alla solennità dell'Immacolata Concezione di Maria

cfr http://blogs.21rs.es/kamiano/2013/12/02/con-maria-inmaculada/

Temi: attesa, avvento, maria

Visualizza Mt 3,1-12: Predicazione di Giovanni Battista

1In quei giorni venne Giovanni il Battista e predicava nel deserto della Giudea 2dicendo: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!».

3Egli infatti è colui del quale aveva parlato il profeta Isaia quando disse:

Voce di uno che grida nel deserto:

Preparate la via del Signore,

raddrizzate i suoi sentieri!

4E lui, Giovanni, portava un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi; il suo cibo erano cavallette e miele selvatico.

5Allora Gerusalemme, tutta la Giudea e tutta la zona lungo il Giordano accorrevano a lui 6e si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati.

7Vedendo molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere! Chi vi ha fatto credere di poter sfuggire all’ira imminente? 8Fate dunque un frutto degno della conversione, 9e non crediate di poter dire dentro di voi: “Abbiamo Abramo per padre!”. Perché io vi dico che da queste pietre Dio può suscitare figli ad Abramo. 10Già la scure è posta alla radice degli alberi; perciò ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. 11Io vi battezzo nell’acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più forte di me e io non sono degno di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco. 12Tiene in mano la pala e pulirà la sua aia e raccoglierà il suo frumento nel granaio, ma brucerà la paglia con un fuoco inestinguibile».

Autore: Patxi Velasco Fano  (home page 1 - home page 2)

Visualizza tutte le 21 immagini relative a Mt 3,1-12