PERFEZIONA LA RICERCA

Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo
AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA

Torna alla pagina precedente

Icona .doc

TESTO Commento su Is 49,3.5-6; Salmo 39; 1Cor 1,1-3; Gv 1,29-34

CPM-ITALIA Centri di Preparazione al Matrimonio (coppie - famiglie)  

II Domenica del Tempo Ordinario (Anno A) (15/01/2017)

Vangelo: Is 49,3.5-6; Salmo 39; 1Cor 1,1-3; Gv 1,29-34 Clicca per vedere le Letture (Vangelo: )

Visualizza Gv 1,29-34

In quel tempo, Giovanni, 29vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! 30Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. 31Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele».

32Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. 33Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. 34E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio».

Con questa domenica la liturgia ritorna al "tempo ordinario", cioè il tempo in cui siamo chiamati a fare esperienza della presenza del Signore nella nostra vita di tutti i giorni e calare la sua Parola nel nostro agire quotidiano. Essa ci ripropone ancora una riflessione sulla figura di Giovanni Battista, l'ultimo dei profeti, che ci ha accompagnato durante l'avvento e le feste di Natale.
Il profeta Isaia fa emergere, attraverso la figura del Messia e del Servo di Dio che diventerà "luce delle nazioni", chi è Gesù: da servo, schiavo, a figlio a servizio del Signore, che toglie "il peccato del mondo", vivendo una totale solidarietà con gli uomini.
"Ecco, Signore, io vengo per fare la tua volontà". Il ritornello del Salmo sembra anticipare il cammino di Gesù verso il Battista (Gv 1,29) e verso l'umanità bisognosa d'amore e di redenzione.

Nella seconda lettura Paolo si presenta alla comunità di Corinto con le parole "Paolo, chiamato ad essere apostolo di Gesù Cristo per volontà di Dio..." cioè mette a servizio delle sue comunità le sue forze, le sue conoscenze e le sue capacità. È un invito rivolto anche a noi, cioè a metterci a disposizione degli altri nella sequela del Signore Gesù.
Nel vangelo troviamo Giovanni Battista che indica in Gesù l'unico salvatore del mondo, senza confusioni di ruolo e di missione, attraverso le parole "Ecco l'agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!". In aramaico il termine agnello designa sia l'agnello pasquale che il servo, cioè quel Servo Sofferente citato da Isaia, dove il Servo Sofferente è colui che si è caricato delle nostre sofferenze e si è addossato i nostri dolori. Gesù si fa carico (toglie) non dei nostri "peccati", cioè atti, atteggiamenti sbagliati, che purtroppo continuiamo a fare, ma "del peccato" al singolare, che è l'incapacità di amare. L'amore è sempre qualcosa di contagioso, che ci spinge fuori, verso gli altri. Quante volte però preferiamo chiuderci in noi stessi, nel nostro mondo.
Le letture di oggi ci indicano con chiarezza la figura di Gesù individuato chiaramente da Giovanni Battista nell'atto del battesimo, quello stesso battesimo che abbiamo ricevuto anche noi, che ci chiama ad una missione, quella di amare, come Gesù ci ha amati, facendoci servi e donandoci la sua vita per darci la capacità di amare e di lasciarci amare, tessere relazioni in famiglia, con chi ha bisogno, con tutti coloro che incontriamo.

Per la riflessione di coppia e di famiglia.
- Come viviamo noi il battesimo e la missione - come battezzati ci sentiamo impegnati al servizio del vangelo, alla liberazione dei peccati e all'impegno verso Dio e verso il prossimo?
- Isaia dice "è troppo poco che tu sia servo, ti farò figlio perché tu porti la mia luce, salvezza, sino all'estremità della terra". Per noi concretamente cosa può essere luce, salvezza, dignità, speranza oggi nella nostra vita, nella nostra coppia, nella nostra famiglia?

Don Oreste, Anna e Carlo - CPM Torino

 

Ricerca avanzata  (36360 commenti presenti)
Omelie Rituali per: Battesimi - Matrimoni - Esequie
brano evangelico
(es.: Mt 25,31 - 46):
festa liturgica:
autore:
ordina per:
parole: