TestiPresentazioniVideoAudioImmaginiRitagliCommentiVangeliIdeeGiochi Mailing listBlogGuida Aiutaci   Entra

Idee

Le ultime 20 idee

Tutte le idee

Inserisci la tua idea

Le tue idee preferite

Hai cercato tra le idee di tipo fidanzati
Hai trovato 4 idee

1. Incontro sulla parabola del Padre Misericordioso

  Obiettivo: far capire come Dio perdona, e capire quanto possiamo perdonare anche noi
Temi e valori: perdono, misericordia
Ambito pastorale: catechesi
Destinatari: giovani, adulti, anziani, fidanzati, sposi, famiglie
Descrizione idea:
L'incontro può iniziare vedendo e ascoltando insieme la canzone sul Padre Misericordioso, http://www.youtube.com/watch?v=_bwP-VLgXP0 , ma senza dire di cosa parla. Se è gente non molto vicina non lo capirà.

Leggere poi e commentare insieme la parabola, Luca 15,11-32, in maniera da farla gustare. http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&Citazione=lc+15%2C11-32&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&VersettoOn=1

Si possono trovare spunti esegetici su Cathopedia, http://it.cathopedia.org/wiki/Parabola_del_Padre_Misericordioso

Dopo aver analizzato e discusso bene sulla parabola riascoltare il canto iniziale: la gente riuscirà a scoprire il riferimento di ogni singola parola e ne sentirà molta soddisfazione.
l'idea è stata fornita da don Paolo Benvenuto, ed è attiva dal 29/03/2011
 

2. La preghiera a catena
amatevi gli uni gli altri

  Obiettivo: sorreggersi a vicenda nella preghiera
Temi e valori: preghiera, comunione, gruppo, sostegno
Ambito pastorale: preghiera
Destinatari: bambini, ragazzi, adolescenti, giovani, fidanzati
Descrizione idea:
All’inizio del campo o ritiro i ragazzi e gli educatori scrivono su un biglietto un’intenzione di preghiera personale e il proprio nome. I biglietti vengono raccolti in un cestino ed ognuno ne ripesca uno a caso (che non sia il proprio!): quella pescata sarà la preghiera e la persona che avrà nel cuore per tutta la settimana. È importante che non si sveli subito il nome della persona che ha pescato. Per aiutare i ragazzi a pregare per quella intenzione particolare si potrebbe riservare qualche minuto durante la giornata, ad esempio nei cerchi del mattino o della sera, nelle celebrazioni… Le persone per cui ognuno ha pregato vengono svelati in un momento opportunamente dedicato, partendo ad esempio dal sacerdote o da un educatore, che andrà ad abbracciare (o compirà un altro segno d’affetto o di servizio) la persona per cui ha pregato, la quale a sua volta farà lo stesso… e via avanti fino all’ultimo. L’occasione per scoprire la catena può essere la fine del campo o anche la celebrazione della giornata dell’interesse (continuando comunque la catena fino all’ultimo giorno).
l'idea è stata fornita da Acr diocesi di Fermo, ed è attiva dal 08/05/2008
 

3. Conoscersi davvero
Piccolo espediente per rivelare la conoscenza nella coppia

  Obiettivo: Ci conosciamo davvero? E per chi guida il gruppo verificare se davvero le coppie sono affiatate
Temi e valori: famiglia, coppia, fidanzati, unione, conoscenza
Ambito pastorale: catechesi
Destinatari: fidanzati, sposi
Descrizione idea:
All'inizio di un percorso con coppie - fidanzati, sposati etc. chiedere, per le presentazioni iniziali che sia lui a presentare lei e lei a presentare lui. Un buon sistema per verificare punti di forza e di debolezza tra i presenti.
l'idea è stata fornita da don Tonino, ed è attiva dal 30/10/2007
 

4. Superare le divisioni
imparare l'altro

  Obiettivo: riuscire a far capire all'altro quanto proviamo i nostri stati d'animo le nostre difficoltà il nostro personale modo di essere e far entrare in empatia per superare le difficoltà che si sono create tra due persone o all'interno di un gruppo
Temi e valori: comunione, fraternità, capire l'altro, tolleranza, comunione, rispetto, condivisione
Ambito pastorale: catechesi, carita
Destinatari: bambini, ragazzi, adolescenti, giovani, adulti, anziani, fidanzati, sposi, famiglie, tutti
Descrizione idea:
dopo un litigio un'incomprensione o dopo un'accesa discussione all'interno di un gruppo di bambini o giovani o adulti, quando è necessario riportare la calma o spingere alla riflessione in modo PRATICO far disporre i partecipanti in cerchio e far presente che sarà fatto un gioco per il quale nessuno si deve vergognare e lasciarsi mettere in discussione.
A seconda del gruppo dei partecipanti decidere se fare scambiare scarpe o orologi o maglie o anelli che hanno le persone addosso.
Per i gruppi di adulti si consiglia lo scambio di orologi o anelli o qualche accessorio indossato.
Questo mettersi "negli oggetti" dell'altro dovrebbe far capire le sue dimensioni, il suo modo di essere e di pensare o perlomeno di aver "misura delle sue misure". Esempio una persona bassa e magra si trova a mettersi scarpe misura 45 o un orologio con un bracciale molto grande. Rimettere i partecipanti in gruppo e farli ragionare con " gli oggetti" che hanno addosso dell'altra persona. Come si sentono, come stanno addosso le "idee" dell'altro e ragionare sulle "proprie misure" sui propri punti di vista. questo lavoro di riflessione può essere aiutato con i brani evangelici che parlano di porgere l'altra guancia, del perdonare i nemici, del pregare per l'altro. E' importante che l'educatore faccia rispettare gli scambi e che non si esageri nello scambio. Bastano pochi minuti per "riuscire a mettersi nei panni dell'altro" e poter smorzare I TONI TROPPO ACCESI e la voglia di litigare dovrebbe passare.
l'idea è stata fornita da franca chiocca, ed è attiva dal 22/03/2007